02 aprile 2007

il mondo è orizzontale

ieri con mia moglie abbiamo parlato del terzo figlio, che forse faremo, ma probabilmente no, che ci piacerebbe fare, ma forse è meglio di no, di cui ci piace parlare, senza il freno che un argomento così porta spesso con se. Ne parliamo per il gusto, per sentire che effetto fa, per sognare un po', che sognare non costa niente ed è bellissimo. Si chiamerebbe Silvia oppure Leonardo, ma non le ho detto, perchè non mi era venuto in mente che mi piacerebbe Iacopo. vabbè.
vorresti maschio o femmina?
per me è uguale, come lo era prima, per lei - adesso - anche. dico adesso perchè ora che abbiamo due maschietti si è resa conto che due figli sono due mondi, sono due universi da esplorare e scoprire, da osservare. poco importa di che sesso sono. si va be, le bamboline, i codini, i fidanzatini, tutte balle. la differenza tra i tuoi figli non si misura in codini o scarpe da calcio, in maschere dei power rangers o barbie e dolceforno (mazza come sono vecchio!!).
queste sono le classiche divisioni verticali, i classici strereotipi che valgono poco. il mondo bisogna imparare a guardarlo trasversalmente, per capirlo. la stragrande maggioranza degli stereotipi sono idiozie. non ci sono donne che guidano bene e uomini che guidano male, ci sono persone negate a farlo e altre brave. io stiro meglio di mia mogie e quando qualche oca a qualche cena strabuzza gli occhi io la guardo e penso "ecco questa pensa ancora che il mondo sia verticale". Macchè maschi/femmine, macchè papà autoritario/ mamma affettiva, macchè questo lo fa la donna / questo l'uomo.
Il mondo è orizzontale, facciamolo a fettine per largo e lo capiremo meglio. ..... e fra esattamente 3 minuti anche io sarò orizzontale .... che ciò un sonno bieco.
zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz.

11 commenti:

Labelladdormentata ha detto...

Dopo due maschi è arrivata la bimbetta. E abbiamo scoperto invece che l'universo aveva davvero sfaccettature diverse! Non erano certo le treccine o i vestitini a fare la differenza, ma proprio il modo di affrontare le cose che è sommamente diverso!
E abbiamo anche scoperto che era proprio lei che ci mancava, come avevamo fatto fino ad allora a restare senza? La nostra famiglia si è completata proprio con la sua nascita.

Laura ha detto...

D'accordo, il mondo è meglio vederlo in orrizontale ma anch'io la vedo come la bella addormentata.
Sarà che anch'io, dopo i due maschi, ho avuto la femmina! E se è vero che ogni figlio è un universo da esplorare è vero che anche il sesso diverso fa parte di questa esplorazione. Se non altro per la reciproca identificazione..attraverso tutti i figli (specialmente quando, come accade a me con Gabriele, ti assomigliano psicologicamente) è come se si andasse in perenne analisi ma un figlio del tuo stesso sesso ti fa rivivere alcune specificità che altrimenti non ritroverest. E' vero, le donne non guidano male di default (ancora si dice?) e i papà non sono dei bau bau ma, anche se orizzontalmente, abbiamo comunque delle differenze, che non vuol dire essere migliori o peggiori. Quando ho avuto Carlotta ho subito pensato che, a differenza di quanto sarebbe accaduto con i due maschi, io per lei sarei stata TUTTA la vita un modello di riferimento, magari in OPPOSIZIONE totale ma sarei stata comunque un'unità di misura alla quale rapportarsi. Al di là di treccine, vestitini e bambolette...
E fatelo questo terzo figlio, non c'è regalo migliore per gli altri duecosì come sono bellissime le dinamiche che si attivano quando sono in tre!
Un abbraccio

LUPO 74 ha detto...

Grazie ragazze del supporto e soprattutto fate venire una voglia....!
Rosco meno male che ieri sera a cena abbiamo tirato fuori un sacco di nomi!
Tu per i nomi sei sempre stato così difficile eppure non lo sei in genere...qualche diffettuccio ce lo hai anche tu!
Lupo

LA CONIGLIA ha detto...

io vorrei una femminuccia di nome Sophia e un maschietto di nome Lorenzo...Credo che aspetteranno tanto prima di venire al mondo però, adesso non è il momento :)
Per il resto condivido la tua opinione, il problema è che tutte le persone la devono pensare così mentre schi vede tutto in verticale rende le cose difficili a chi vuol rendere il mondo orizzontale...E migliore!

fux ha detto...

Mmmmmmmmmmmmmmmm....
Premesso che non è qui il luogo in cui parlarsi tra fratelli e cognate.... e premesso che il post è bellissimo....
... io prego mio fratello e mia cognata di pensarci bene. Io tre figli li ho, li adoro e so anche quanto siano impegnativi.
Voi siete due genitori che lavorano a tempo pieno e devono sempre ricorrere all'aiuto degli altri per farcela.
Chi ha tre figli deve avere chiaro che deve anche essere in grado di accudirli.
Non vi immaginate nemmeno ancora cosa voglia dire scuola o compiti. Fate attenzione. A casa vostra al pomeriggio voi non ci sarete mai a casa. Gestire compiti per 3, sport per 3, catechismo per 3 (per chi lo fa), vacanze estive con 3 bimbi quando voi lavorate non è proprio uno scherzo. Già ora con due c'è bisogno di chiedere aiuto a parenti e baby sitters.
E non dimenticate che sono pochissime le persone che si prendono la responsabilità di tenere 3 bimbi assieme.
Meditate, cari, meditate bene.
Mi fermo ma ve ne parlerei per ore e ore.
la zia franci

Anonimo ha detto...

Ho provato a leggerti dopo astinenza di "mamma x sbaglio" ma sei di un qualunquismo, di un banale e di una noia mortali. Scusa, ma prendilo come uno stimolo.
È che non ce l'ho fatta a tacere..........
Sonia

Anonimo ha detto...

ciao rosco, domani l'ufficio è chiuso, quindi shopping!!!! Scarpe e libro e ti faccio sapere se in Belgio hanno Baldini in italiano.
Spero facciate il terzo figli*.
Spero continui a scrivere nel TUO modo che è tuo e per questo mi piace tanto.
tartablu

Laura ha detto...

@anonimo-Sonia: ma perchè non ce l'hai fatta a tacere?! Sei forse una di quelle "impulsive, ribelli, sensibili che se SENTONO una cosa la DEVONO dire per forza????"

ROSCO ha detto...

Grazie sonia ma le cose che mi stimolano sono altre.
rosco

Anonimo ha detto...

Cara Laura,
non sono impulsiva e non sono ribelle, sensibile credo di si, lo spero.
Non devo scrivere per forza ciò che sento, ma quando leggo qualcosa un commento ogni tanto mi scappa. Positivo o negativo.
"Non hanno potuto tacere" è il nome del link ai commenti. Io sono tra questi.
Se il blog è una cosa pubblica e se si concede al lettore il commento, bisogna attendersi qualche voce fuori dal coro. Se così non fosse e i commenti fossero tutti stra-positivi significherebbe che Rosco ha completamente sbagliato mestiere...
Non voglio offendere l'autore, ma commentare ciò di cui scrive. E siccome non scrive affatto male, è un peccato che rimanga così sulla superficie senza approfondire. Mi sembra di leggere la rubrica di Alberoni sul Corriere.
Rimane il fatto che questo è solo un mio parere, e lui può fregarsene o meno. L'importante è che sia chiaro che è solo un semplice e banale commento su ciò che ho letto, non certo sulla persona.
(noto che attaccare i commentatori quando non sono in linea con le proprie opinioni sta diventando una malattia collettiva dei seguaci dei bloggers...)
Ciao a tutti,
Sonia

Anonimo ha detto...

good start