24 marzo 2007

papà assenti

"E' un papà assente!".
Quando sento fare questa affermazione, riferita a qualche "assente", durante qualche conversazione, mi viene un nervoso che vorrei fermare tutti e dire. Adesso ti spieghi meglio e ne parliamo.
Eh si perchè le cose vanno chiamate con il loro nome e la semplificazione e l'ingordigia di utilizzare scorciatoie e luoghi comuni va combattuta fino in fondo.
Vorrei sapere se:
E' un papà che non c'è mai perchè non può?
E' un papà che non c'è mai perchè non vuole?
E' un papà che c'è ma è come se non ci fosse dal punto di vista educativo?
E' un papà che c'è ma è come se non ci fosse dal punto di vista affettivo?
E' un papà che non riesce a fare il papà perchè non ha un suo spazio nella coppia genitoriale quindi è screditato come padre?
E' un papà separato che non vuole più fare il padre?
E' un papà separato che non riesce più a trovare il modo di fare il padre?
E' un papà separato cui non è permesso fisicamente di fare il padre?
E' un papà separato cui è smantellato sistematicamente ogni tentativo di fare il padre?

Beh ognuna di queste più precise categorie di papà assenti porta con se significati, spiegazioni, effetti, risvolti, completamente differenti tra loro.
Chiarito questo possiamo continuare a parlare. E che cazzo!

11 commenti:

fux ha detto...

e mo t'ho ddetto.

mr. insieme ha detto...

2 possibilità: assente passivo, non copre il ruolo più importante x dare un senso alla sua vita,quindi un fallito.
assente attivo, le circostanze gli impongono un assenza forzata ma figli crescendo capiranno che la sua libertà era dedicata a loro, quindi un padre presente !
...ora possiamo continuare aparlare.
Mr Insieme

tartablu ha detto...

@Rosco: inviato mail con indicazioni x articolo STOP Contentissima post argomento centrato STOP curiosa come una scimmia di vedere articolo presto STOP :-)
@Mr insieme: magari ci fossero solo 2 possibilità. firmato il club dei figli/e
Tartablu

lemoni ha detto...

Ahhhhhhh....ops scusami papà, è che a leggere di cannoli e creme e dolcezze ho avuto un attimo di puro godimento!
Comunque,non è il tuo caso l'assenza. Anzi sono sicura che tua moglie e i tuoi figli ti considerano fin troppo presente e che se ogni tanto ti togliessi dai maroni forse forse....eheheheheh!!!
Sono contenta di rileggerti.
Bacioni
Gra

scrittricexcasore ha detto...

Ciao è la prima volta che leggo ed io sono...insomma sono una mamma e capisco quello che dici troppe volte questi papà di adesso vengono accusati e bistrattati...ma nessuno pensa a come erano prima? Adesso conoscono x la maggior parte i gusti,le preferenze...dei propri figli non capisco x' saltargli sempre addosso...non sempre è facile far chiudere il cerchio...

Anonimo ha detto...

ciao...sono una figlia.. figlia di genitori separati,ho trovato per caso questo blog e credo che lo aggiungerò tra i preferiti.. mi è piaciuto molto,complimenti.leggendo alcune cose mi sono quasi commossa,perchè quando parla dei suoi figli penso a mio padre e non credo si sia mai emozionato come lei(da come sembra per cio che scrive). e mi dispiace molto per me,ma anche per lui.non si è mai accorto di tante piccolezze,tanti dettagli che sono poi i più importanti.. ed ora mi trovo a quasi vent anni a rendermi conto che so poco di lui come lui sa poco di me,non ci frequentiamo da tempo mi manca da morire ma è difficile stare con qualcuno quando credi che il bene che gli vuoi non sia ricambiato.non so dire perchè il mio sia un papà assente.è possibile che solo perchè due si separano uno dei due debba uscire completamente dalla vita dei figli?

ROSCO ha detto...

perchè non provi a capire avvicinando tuo padre, da adulta affezionata intendo, non da figlia piangente.
e poi ci sono dei libri favolosi che spiegano perchè un padre possa essere stato assente. cerca su kataweb libri un libro di Billè - Il padre assente inaccettabile o qualcosa del genere.
un abbraccio
rosco

Anonimo ha detto...

spero di non rimanere delusa anche da adulta affezionata...grazie davvero per avermi risposto.. cercherò quel libro.. grazie ancora. un abbraccio anche a te.

Claudia ha detto...

Io ancora non ho capito, o non voglio capire, in quale delle casistiche del link quì sotto rientra il mio, sò solo che non c'è se non lo cerco, non chiama se non chiamo, ed ha bisogno di largo preavviso per andarlo a trovare (e lo devi cercare altrimenti non lo trovi) anche quando è nata la sua prima nipote non c'era, il secondo e lui non c'era, la figlia di mio fratello l'ha vista una volta sola al mio matrimonio (ora ha quasi 4 anni ).. non sà dove nè come viviamo .. non sà cosa amiamo .. ma a me spesso manca anche se non c'è mai stato a me manca.. ho provato ogni anno a pensare che fosse morto per non pensarci più (lo sò che è brutto ma è la verità) ma poi almeno na volta l'anno parto e lo vado a cercare. Perchè io gli voglio bene come fosse stato il primo grande amore, quello che fà soffrire le pene dell'inferno. Insomma i papà assenti ci sono e lasciano piccole cicatrici nei cuori dei loro figli che continano in fondo ad amarli.
Avercene di papà PRESENTI

tweetysam ha detto...

ciao ,mio marito si e' indebitato e per pagare tutto se n e' andato dall italia,poi ha incontrato una donna e ci ha lasciato,me e due bimbi di 5 e 2 anni.ci siamo separati e sto lottando perche venga a trovarli di tanto in tanto,telefona ogni settimana ma e' da giugno che nn viene.e' riuscito a pagare gran parte dei debiti,e ora mi chiedo,nn ha piu la scusa che deve lasciare il lavoro per venire e nn puo per i debiti....potrebbe anche cercare lavoro piu vicino ai figli.sara' che nn vuole o ke nn puo?mio figlio piu grande,ora quasi 7 anni,se lo ricorda e lo adora...e chiede di lui e mi fa un sacco di domande....che tristezza,poverino...

Anonimo ha detto...

Il mio ex marito non è più venuto a trovare i suoi figli, nè ha telefonato, nè altro...per 5 anni. Ma lo ha voluto lui! Anche prima dei 5 anni veniva ogni 6 o 7 mesi... e telefonava pochissimo...lo ha voluto lui!
Ora che sto divorziando e che ha paura di perderli per sempre... si fa rivedere...Il primo incontro è domani...
Secondo voi lo merita ancora?