21 marzo 2012

back-home



Ci sono percorsi che nascono per gioco, con l'innocenza e la leggerezza dei sogni e la caparbietà e la tenacia dei desideri.
Si passeggia, si cammina, si corre, si scala, ci si inciampa, si rincorre, si supera, si svolta, si sbaglia strada. Ecco che d'improvviso ci si ritrova guerrieri, corridori, scalatori ingrugniti.
E la leggerezza dell'inizio? l'innocenza? il gioco? i sorrisi?
E' ancora tutto là, basta voltare lo sguardo e riguardarsi, basta ascoltare una canzone meravigliosa, riaprire il blog e ricominciare a scrivere.

Nessun commento: