19 maggio 2010

un papà da applausi

(ripubblico un vecchio post "intramontabile")Tutte le mattine faccio il fil rouge.
Mi sembra di vedere Giochi Senza Frontiere di 20 anni fà.
Alle 6.30 il piccolo mugugna, vuole un bibe di latte. Mi rigiro nel letto sperando che si riaddormenti. Quando il mugugno comincia a somigliare ad un urletto mi alzo. Rigorosamente a occhi chiusi scendo in cucina, apro il frigo, prendo pentolino, accendo fuoco, apro biberon, aspetto 3 minuti, travaso latte nel bibe, avvito e risalgo. Dal baby-control che sta in cucina, cerco di capire se l’urlo cresce. Cresce!

Mi affretto. scale veloci corridoio, entro in camera, non accendo la luce mi chino e trovo due manine tese che mi aspettano. Sono felice.
Lo tiro fuori lo “intubo” poi sulla spalla ruttino veloce e di nuovo a nanna.
Torno in “busta” sono le 6.50 ho le chiappe fredde, mia moglie si attacca per scaldarmi, grata. (e te credo …).

continua a leggere

4 commenti:

muccachicca ha detto...

applausi ( soprattutto per la tappa notturna… dovrei farti parlare con mio marito!!!!!

Anonimo ha detto...

A me piace molto leggere quello che scrivi.
Mi rammarico per la tua discontinuità; se possibile scrivi più spesso,anche brani più brevi ma che permettano davvero a chi ti legge di partecipare alla tua quotidianità e ai tuoi pensieri.
Ciao Anna

Martina e Matteo ha detto...

Un encomio e un inchino a questo papà. ;-)
Applausiiii

lemoni ha detto...

Ciao Rosco...non ti lasciavo un commento da tanto tempo..vedo che non sei cambiato...sei sempre un papà meraviglioso!
Ciao
Lemoni